loading...
Home / Cronaca / Il leader della Lega Salvini: “Di Maio vuole governare col PD? Auguri” E poi continua: “la Lega è il partito che ha preso più voti”.

Il leader della Lega Salvini: “Di Maio vuole governare col PD? Auguri” E poi continua: “la Lega è il partito che ha preso più voti”.

loading...

Il leader della Lega Salvini: “Di Maio vuole governare col PD? Auguri” E poi continua: “la Lega è il partito che ha preso più voti”.

 

Il leader della Lega e del centrodestra, Matteo Salvini, in un’intervista al Corriere della Sera analizza il quadro politico annunciando le prossime mosse, a cominciare da cosa dirà nelle consultazioni con il presidente della Repubblica Mattarella. Dirà che “noi siamo pronti. Che partiamo dal programma e dalla coalizione che ha vinto le elezioni, il centrodestra. Ma che siamo anche disponibili a lavorare al programma con altri”, il tutto mentre l’esecutivo dimissionario esonda dai compiti della gestione corrente, distribuendo poltrone fuori tempo massimo dal punto di vista politico: “Mi dicono che un governo scaduto e senza voti continui con grandi infornate di nomine e di promozioni a fare scelte nei ministeri, nelle burocrazie, nelle società, in Rai. Una cosa da matti. Al presidente chiederemo anche rispettosamente che si blocchino queste iniziative”.

Salvini traccia confini precisi per la nascita del prossimo governo: “L’incarico lo chiederò se ci saranno i numeri e la possibilità di dare vita a un governo che governi. Non chiederò incarichi al buio, né proporrò maggioranze stentate. Dirò che la Lega non è disponibile a governoni o governissimi. E non andrò a dire “o io o il diluvio”, come invece ha fatto Luigi Di Maio”.

Sull’ipotesi di un esecutivo nato sull’asse M5S-PD: “Mi stupirei dei 5 stelle. A differenza di altri, soprattutto a sinistra, io sono convinto che gli italiani quando votano abbiano ragione. Il PD ha perso, sarebbe davvero bizzarro che una forza che si vuole rivoluzionaria si facesse stampellare dagli sconfitti. Se Di Maio vuole governare col PD, auguri. È vero, però, che ci sono alcuni ambienti, soprattutto europei, che fanno il tifo perché il PD torni comunque al governo”.

Sui tecnici o presunti tali: “io non penso a figure esterne o tecnici, gli italiani hanno già dato. Io credo che il candidato premier debba essere indicato dal centrodestra, per il semplice fatto che è la coalizione che ha vinto. E dentro la nostra alleanza, la Lega è il partito che ha preso più voti”.

Per il leader della Lega le possibilità di tornare al voto sono “ad oggi del 50%. Non è quello per cui io lavoro e non faccio di certo il calcolo che nelle urne incasserei di più. Ma si sappia che se mi rendessi conto che non c’ è una via di uscita, che nessuno è disposto a fare passi indietro, bisognerebbe tornare a chiedere agli italiani”. Con un correttivo alla legge attuale, applicando, sottolinea Salvini, un premio di maggioranza per la coalizione vincente, onde evitare di impantanare per mesi il parlamento e il Paese nel tentativo di fare, l’ennesima, legge ex novo.

Bocciata poi l’ipotesi di costituire il partito unico del centrodestra: “Come Lega stiamo organizzandoci in tutta Italia (…) si può ragionare su come collaborare più strettamente nella coalizione, ma noi terremo ben salda l’identità della Lega”. Da Forza Italia, intanto, sono in molti a bussare alla porta leghista “a tutti i livelli, da quello locale a quelli massimi. Però noi non siamo un treno da cui si sale e si scende. E non facciamo campagna acquisti in casa d’altri”.

 

Fonte Clicca QUI!

 

loading...

Check Also

“Adesso cosa ci dicono Bonino, Saviano e la Boldrini?” Giordano dopo l’omicidio di Torino smaschera l’ennesima balla della feccia rossa che chiede lo Ius soli

loading... A Fuori dal coro Mario Giordano si scaglia contro la feccia buonista commentando l’omicidio del giovane di …

loading...

Lascia un commento

loading...