loading...
Home / Cronaca / CASTRAZIONE CHIMICA! Salvini durissimo contro quelle tre bestie di Catania

CASTRAZIONE CHIMICA! Salvini durissimo contro quelle tre bestie di Catania

loading...

La Camera accelera sulle nuove norme contro la violenza sulle donne e si prepara a dare il primo via libera al cosiddetto ddl “Codice rosso”. Il provvedimento, nato da una proposta del ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede e della sua collega alla Funzione pubblica, Giulia Bongiorno, con l’intento dichiarato di contrastare il fenomeno dei femminicidi, che ha raggiunto una cifra agghiacciante (150 l’anno), è stato licenziato lunedì dalla commissione Giustizia e approderà oggi in Aula per la discussione generale.

Ma un accordo tra maggioranza e opposizioni potrebbe accelerarne l’iter, così da passare subito alle votazioni. Il testo prevede una corsia preferenziale per le denunce, indagini più rapide sui casi di violenza e l’obbligo per i pm di ascoltare le vittime entro tre giorni; e ancora, corsi di formazione per le forze di polizia, l’aumento delle pene per i reati di violenza sessuale, maltrattamenti e stalking. E un nuovo reato che punisce con 14 anni di reclusione chi sfregia una donna. Per chi abusa di minori, infine, sono previsti fino a 24 anni di carcere.

Proprio ieri è emerso un altro stupro di gruppo a Catania ai danni di una ragazza americana. Sulla questione è intervenuto il deputato del Movimento Cinque Stelle, Eugenio Saitta, componente della commissione Giustizia della Camera: “Un abuso sessuale come quello commesso a Catania non può che ripugnare – ha detto -. Un atto così spregevole commesso contro una ragazza, per di più ripreso con un video, è qualcosa di immondo. La risposta dello Stato, in casi del genere, deve essere forte e netta”. Saitta ha aggiunto: “Il vero volto della nostra terra non è quello che, purtroppo, ha conosciuto. Stiamo lavorando anche per lei, e per tutte le donne umiliate e offese, per migliorare il sistema giustizia”.

Saitta ha illustrato poi le tante novità normative previste per contrastare la violenza di genere. “Le nostre forze di polizia hanno subito individuato gli autori del gesto ma non basta. Serve certezza della pena. Per questa ragione abbiamo approntato un pacchetto di riforme che si chiama #codicerosso e che abbiamo arricchito con le proposte migliorative del gruppo del Movimento Cinque Stelle”.

Il deputato ha proseguito: “È previsto, in caso di sfregio ad una donna – pensando alle tante donne assalite con l’acido muriatico – un aumento della pena sino a 14 anni. Aumenteranno le pene anche in caso di stalking e violenze in famiglia, estendendo le misure di controllo e prevenzione (ad esempio la sorveglianza speciale) anche per il reato di maltrattamenti”.

“Nel caso delle violenze sessuali – ha aggiunto Saitta – le pene verranno aumentate sino a 12 anni, così come per il femminicidio si arriva sino all’ergastolo. Uno Stato forte si impone contro la violenza di genere e stiamo cercando di migliorare le leggi esistenti per dare risposte ai cittadini che chiedono sicurezza e certezza della pena”.

Molto duro anche il ministro dell’Interno, Matteo Salvini: “Per i vermi violentatori di Catania – ha detto -, che hanno stuprato una turista, nessuno sconto: certezza della pena e castrazione chimica!”.Condividi

Fonte clicca qui

loading...

Check Also

“Adesso cosa ci dicono Bonino, Saviano e la Boldrini?” Giordano dopo l’omicidio di Torino smaschera l’ennesima balla della feccia rossa che chiede lo Ius soli

loading... A Fuori dal coro Mario Giordano si scaglia contro la feccia buonista commentando l’omicidio del giovane di …

loading...

Lascia un commento

loading...